MESSAGGIO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO


domenica, 10 settembre 2017

Cari studenti e genitori,

Gent.mi professori,

Gent. mi Direttore dei SGA, collaboratori scolastici, assistenti amministrativi,

In occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico desidero accompagnare il consueto saluto e augurio iniziale con una riflessione che possa essere uno stimolo ed un obiettivo costante a cui tendere per tutta la comunità scolastica, luogo di apprendimento non solo di nozioni ma soprattutto di competenze fondamentali per la crescita culturale e umana degli studenti di oggi, futuri cittadini di domani.

Gli studenti delle classi seconde e terze tornano a scuola dopo un’estate ricca di esperienze importanti per la loro maturazione; gli alunni delle classi prime si accingono ad affrontare un nuovo ciclo di studi e ad intraprendere una nuova entusiasmante impresa per la conquista del sapere, con nuove materie, nuovi docenti e nuovi compagni.

A tutti gli studenti voglio ricordare l’importanza di alcune regole fondamentali per il successo scolastico: frequenza puntuale e assidua, impegno e costanza nello studio, nell’esecuzione dei compiti e nella cura del materiale scolastico, partecipazione attiva alle lezioni, tenacia anche di fronte alle possibili difficoltà.

Presupposto necessario è tuttavia il rispetto per i beni comuni, che sono proprietà di tutti i cittadini, e per le persone, dai compagni, ai docenti, agli operatori, che cooperano tutti per l’efficace funzionamento della comunità scolastica. Non dimentichiamo mai

Per descrivere la comunità scolastica mi piace usare una metafora significativa PALESTRA DI CITTADINANZA: il termine “palestra” riesce a dare l’idea della necessità dell’impegno e dell’esercizio continuo anche attraverso gli errori; la parola “cittadinanza” descrive il fine del sistema di istruzione ed educazione, per raggiungere il quale conoscenze e competenze sono uno strumento.

Per realizzare questo obiettivo tuttavia abbiamo bisogno della collaborazione positiva e fiduciosa delle famiglie, che dalla legge stessa sono investite di una corresponsabilità educativa, basata sulla reciproca disponibilità all’ascolto, sulla trasparenza dell’azione amministrativa, sulla rendicontazione dell’impiego delle risorse pubbliche e private.

Ringrazio i docenti per la professionalità e la collaborazione dimostrate ed auguro loro un buon anno scolastico, ricco di gratificazioni e riconoscimenti per il loro lavoro, sempre più complesso ed indispensabile, che sempre resterà nella memoria degli studenti divenuti uomini o donne, i quali forse un domani affideranno alle cure dei propri docenti i loro stessi figli.

Un ringraziamento particolare è rivolto ai miei collaboratori, la prof.ssa Stroppiana e la prof.ssa Mangiapane, alle figure strumentali, la prof.ssa Benini, le prof.ssa Cavestri e Zucco, i proff. Ester e Pastore, la prof.ssa Perotti, la prof.ssa Viola nonché tutti i docenti che attraverso le varie commissioni hanno contribuito ad organizzare il funzionamento della scuola e ad arricchire l’offerta formativa della scuola Frassati.

Do il benvenuto al nuovo Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi, la sig. Maria LO STIMOLO.

Ringrazio infine il personale ATA, i collaboratori scolastici e gli assistenti amministrativi, che con il loro paziente e costante lavoro cooperano per il funzionamento della scuola: invito tutti, alunni e famiglie, docenti, a riflettere sull’importanza del lavoro dei “bidelli” e della segreteria, che nonostante i tagli di personale e l’aumento crescente delle richieste si sforzano di fare funzionare nel modo migliore la scuola Frassati.

Estendo a tutti gli auguri del Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, dott. Fabrizio Manca.

Concludo con una considerazione di Pier Giorgio Frassati, a cui la nostra scuola è intitolata, da leggere anche in senso lato al di fuori del contesto religioso a cui tali parole si riferiscono, con l’auspicio che spinga ciascuno di noi ad impegnarsi sempre per difendere le nostre idee: “Vivere senza una fede, senza un patrimonio da difendere, senza sostenere in una lotta continua la Verità, non è vivere, ma vivacchiare”. Perciò VIVIAMO non VIVACCHIAMO!

 

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Cristina Boscolo

(Firma autografa sostituita a mezzo stampa ex art. 3, c. 2 D. Lgs. n. 39/93)

ALLEGATI